#Lorenzin: Non posso vivere in un’Italia che rilascia #mafiosi e #condanna #genitori

vaccini lorenzin

#Lorenzin, sto studiando per diventare OSS e quindi, a dirla tutta, molto probabilmente, sono persino più qualificato di te sull’argomento #Vaccini!

E bene, per quanto io possa anche accettare determinate argomentazioni su morbillo, tetano, meningococco e simili, non posso comunque accettare di vivere in un’Italia dove una come te (sì, ti do del tu) impone a me di vaccinare le mie figlie per malattie come rosolia e varicella (pericolosità praticamente patetica – soprattutto, parlando di rosolia, prima del periodo adolescenziale).

Imponete cose folli, ma mai tagli di stipendi o di pensioni d’oro, vero? Questo, nient’affatto cara Lorenzin, è fascismo bello e buono, praticamente da dittatura.

Leggi tutto#Lorenzin: Non posso vivere in un’Italia che rilascia #mafiosi e #condanna #genitori

De Niro e “Vaxxed”: il film contro i vaccini

C’era una volta il De Niro forte, splendido, “un vero duro” che mai si piega…

Ma questo succede nei film. Nella realtà De Niro, padre di un figlio affetto da autismo (Elliot, 18 anni), aveva scelto di sostenere, al Tribeca Film festival di New York, di cui è fondatore, il film documentario (Vaxxed: From Cover-Up to Catastrophe, di Andrew Wakefield = Vaccinati: dall’insabbiamento alla catastrofe) che racconta la presunta correlazione tra vaccini e autismo.

Poi, però, travolto dalle critiche, ha deciso di ritirare lo stesso film documentario dal festival.

Leggi tuttoDe Niro e “Vaxxed”: il film contro i vaccini