Il pagerank è morto, ma c’è sempre Alexa Traffic Rank

Eh già… Il pagerank, ormai, sembra proprio “morto” per noi non addetti ai lavori!

Un tempo era “divertente” aspettare il nuovo aggiornamento periodico, sperare in un nuovo scatto positivo del nostro pagerank, cercare domini da acquistare con pagerank alto…

In sostanza, se diminuiva vuol dire che stavamo sbagliando seriamente qualcosa. Diversamente, se aumentava, stavamo facendo bene 🙂

https://it.wikipedia.org/wiki/PageRank

Cita

Il PageRank è un algoritmo di analisi che assegna un peso numerico ad ogni elemento di un collegamento ipertestuale d’un insieme di documenti, come ad esempio il World Wide Web, con lo scopo di quantificare la sua importanza relativa all’interno della serie.

L’algoritmo può essere applicato a tutti gli insiemi di oggetti collegati da citazioni e riferimenti reciproci. Il peso numerico assegnato ad un dato elemento E è chiamato anche “il PageRank di E”, siglato in PR (E). L’algoritmo di PageRank è stato brevettato (brevetto US 6285999) dalla Stanford University; è inoltre un termine ormai entrato di fatto nel lessico dei fruitori dei servizi offerti dai motori di ricerca. Il nome PageRank è un marchio di Google ed il suo nome si deve a Larry Page, uno dei due fondatori di quell’azienda.

Nel 2008, il vicepresidente di Google, Udi Manber, scriveva che il PageRank è “la parte più importante dell’algoritmo di posizionamento di Google”. […] “Il pagerank continua ad essere utilizzato (nelle valutazioni per il posizionamento dei siti web), ma è diventato parte di un sistema molto più avanzato”.

Da tempo ormai il PageRank infatti non è più l’unico parametro con il quale l’algoritmo di posizionamento di Google posiziona i siti web all’interno delle sue SERP, anche se resta, secondo i ricercatori, il principale. Bisogna però tenere conto che lo studio in questione è del 2013, oltre al fatto – ancor più rilevante – che, in generale, si tratta di una correlazione che non deve indurre a credere che rappresenti una relazione causa-effetto (“correlazione non implica causalità”).

Adesso che “lato utente” non viene più aggiornato, ci ritroviamo siti “morti” che riportano dati obsoleti “alti (pr3/4 o più)” e siti nati dopo la disattivazione del pagerank pubblico che hanno acquisito grande popolarità (o ereditato tramite redirect il pagerank dal vecchio dominio) ad avere pr0. Io, ad esempio, ho il vecchio dominio (darkwolf.it) che aveva pr3 e che rimarrà a pr3 nonostante il trasferimento su laltroweb.it che, invece, segnerà eternamente pr0 -.-‘

Insomma, scelta decisamente “antipatica” questa di google, ma non possiamo farci niente.

Detto ciò, dato che tocca abbandonare il pr, cosa possiamo prendere in esame per verificare l’andamento del nostro sito web?

Leggi tuttoIl pagerank è morto, ma c’è sempre Alexa Traffic Rank

La soglia dei 100 è stata superata :)

  Il dominio è attivo da giugno, dunque meno di un anno… Ma, oltre al primo articolo pubblicato a luglio (fatto e poi lasciato lì, quello del CV) e poi silenzio totale (l’estate non è il massimo per iniziare un nuovo progetto!)… I primi veri articoli si son visti a novembre (1), e poi qualcuno … Leggi tuttoLa soglia dei 100 è stata superata 🙂