Encrypt/Decrypt Tools si aggiorna e da adesso supporta anche htmlentities

Encrypt/Decrypt Tools si aggiorna e da adesso supporta anche htmlentities

Ho un portale che ha grandi potenzialità, e col php, html e css… beh, ormai me la cavo!

Pertanto penso che dover cercare altrove cose che posso fare e avere anche sul mio sito… beh, proprio non mi piace!

Non dico che voglio avere tutto in modo assoluto!

Ma non mi dispiace l’idea di avere abbastanza, ecco!

In fondo… beh, questo è “L’AltroWeb” (web, e tanto altro)… 😀

….

Oggi mi è capitato di avere a che fare con htmlspecialchars/htmlspecialchars_decode (e quindi con htmlentities/html_entity_decode), e mi è toccato – per far veloce – cercare un tool online quando ne ho uno sul mio sito che fa: OpenSSL/AES; Base64; RawUrl.

Insomma, ho pensato: “perché non aggiungerlo”?!

E così l’ho fatto 🙂

htmlentities(ho preferito questo al semplice htmlspecialchars per ovvie ragioni: htmlentities mi converte in chiaro anche htmlspecialchars – il contrario, invece, accade solo con un ristrettissimo numero di caratteri dati i limiti di htmlspecialchars)

Da adesso, inoltre, ogni funzione può essere linkata direttamente:

  1. Aes: https://www.laltroweb.it/tools/encrypt-decrypt/ (default)
  2. Base64: https://www.laltroweb.it/tools/encrypt-decrypt/?base64
  3. RawUrl: https://www.laltroweb.it/tools/encrypt-decrypt/?rawurl
  4. HtmlEntities: https://www.laltroweb.it/tools/encrypt-decrypt/?htmlentities
  • Verificata anche la compatibilità con vari tool analoghi presenti su altri siti web (tranne per aes – quello è esclusivo per questo sito web dato l’elevato livello di crittografia: possibilissimmo che qualcun altro abbia creato lo stesso script con la stessa funzione, ma non di certo con la stessa chiave di decryptazione di default e di certo non con lo stesso IV – initialization vector).
  • Migliorata ancora un po’ la grafica (password semi invisibile; pulsanti ben distanziati; colori regolati per importanza).
  • Al reset non rimanda più al tool di default (AES), ma rimane dove si trova.
  • Inoltre, su Aes, ho inserito un controllo degli errori in caso di stringa e/o key non valida:

aes-error.PNG


Attenzione!!!

Se avete una stringa in AES creata prima di queste modifiche e non ve la fa più riconvertire, è a causa di questi ultimi aggiornamenti e per migliorare prestazioni e compatibilità!

In ogni caso, non temete, è facilmente recuperabile 😉

Ad esempio, se avete la vostra stringa in AES simile a questa:

uQedf8HRnhvFKXZFtrqHDg%3D%3D

(nota bene i caratteri strani: ci indicano, in questo caso, che la stringa è in Raw [grezza]…)!

dovete prima ripulirla con RawUrlDecode e farla diventare simile a questa:

uQedf8HRnhvFKXZFtrqHDg==

Adesso sarà correttamente riconosciuta da AES (provate pure)…

Ovviamente, se era protetta da password, la password rimarrà necessaria per decryptare il codice (altrimenti è persa per sempre: con AES non si scherza)!


Penso non ce ne siano più di funzioni da inserire a livello di Encrypt/Decrypt e generatori di password (a me non ne vengono in mente) 😯

Ma, ovviamente, se avete qualche idea… beh, proponete (non prometto niente, ma ci proverò) 😎

Spero vi piaccia questo tool, e che possa farvi comodo come fa – spessissimo – comodo a me!




Lascia un commento