Categorie
Hardware e Software Internet, Telefonia, ADSL e Social

YouTube e Chrome: CPU al 100% su linux debian

Recentemente ho deciso che era giunto il tempo di risolvere un fastidioso problema con la mia installazione debian testing xfce 64bit (buster).

Mi riferisco ad un fastidioso picco della cpu praticamente costante oltre il 90% (spesso fisso al 100%) con conseguente rallentamento dell’intero sistema e quindi inevitabile “scattosità” dei video su youtube in alta risoluzione (eg, trailer, e simili) – soprattutto a schermo intero.

Per risolvere le stavo provando tutte, ma niente riusciva a sistemare questa situazione decisamente antipatica.

 

Stavo persino pensando di cambiare scheda video con un’altra che ho in casa (e che vendo dato che non la utilizzo):

 

Ma i problemi mi piace risolverli, non montare schede video inferiori sperando che driver diversi diano risultati migliori, e quindi ho voluto indagare di più…

 

Così ho aperto una discussione su facebook: https://www.facebook.com/groups/debianitalia/permalink/10155023114318163/

Dove, come potete leggere, si consigliava di passare al kernel rt (realtime, bassa latenza), ma questo non è disponibile su testing e quindi… niente, pazienza!

 

Poi si è passato a xorg:

Section "Device"
Identifier "Radeon"
Driver "radeon"
Option "AccelMethod" "glamor"
Option "DRI" "3"
Option "TearFree" "on"
Option "ColorTiling" "on"
Option "ColorTiling2D" "on"
EndSection

Ma anche qui, purtroppo, non ho ottenuto grandi risultati (la cpu era comunque alta – infatti scattava comunque).

 

Infine qualcuno ha tirato in ballo chromium… e dunque ho provato e… “tutto ok! andava alla grande” 😀

 

Ho dunque scoperto che il problema sembra dipendere da quanto segnalato qui:

Since the introduction of VP9, youtube videos are now mostly streamed in VP9, requiring a lot of CPU computing to decode and killing my battery. In safari, which is not compatible VP9, videos are streamed in h.264 and the CPU load is very low due to hardware acceleration for this format.

https://superuser.com/questions/820144/chrome-force-youtube-to-play-video-in-h-264-instead-of-webm-vp9

Insomma, l’introduzione del formato VP9 causa problemi di cpu (almeno a me e a qualcun altro) e quindi bisogna trovare qualche browser non compatibile con VP9 per evitare il problema.

 

Ora, VP9, in teoria, dovrebbe essere presente su chromium, ma andando su: https://www.youtube.com/html5

otteniamo questo:

YouTube chrome_vs_chromium
chrome a sx, chromium a dx

 

Così il video viene “servito” in h.264 o altri formati (validissimi, ma che non causano il problema della cpu al 100%).

Da test fatti, pertanto, se avete il problema della cpu alta con i video di youtube su chrome con linux, potete provare a passare a chromium e vedere se risolvete (io ho risolto).

 

Un’altra alternativa è l’estensione: https://chrome.google.com/webstore/detail/h264ify/aleakchihdccplidncghkekgioiakgal

Risultato dopo l’installazione dell’estensione:

YouTube + h264ify


Per maggiori info su “le differenze tra chrome e chromium”:

The Difference between Google Chrome and Chromium on Linux

Chromium on Linux has two general flavors: You can either get Google Chrome or chromium-browser (see Linux Chromium Packages. This page tries to describe the differences between the two.

In short, Google Chrome is the Chromium open source project built, packaged, and distributed by Google. This table lists what Google adds to the Google Chrome builds on Linux.

Google Chrome

  • Colorful logo
  • Reports crashes only if turned on. Please include symbolized backtraces in bug reports if you don’t have crash reporting turned on.
  • User metrics only if turned on
  • Video and Audio codecs (may vary by distro)
    • AAC, H.264, MP3, Opus, Theora, Vorbis, VP8, VP9, and WAV
  • Sandboxed PPAPI (non-free) Flash plugin included in release
  • Code is tested by Chrome developers
  • Sandbox is always on
  • Single deb/rpm package
  • Profile is kept in ~/.config/google-chrome
  • Cache is kept in ~/.cache/google-chrome
  • New releases are tested before being sent to users
  • Google API keys are added by Google

Chromium

https://chromium.googlesource.com/chromium/src/+/master/docs/chromium_browser_vs_google_chrome.md

 

Categorie
Hardware e Software Suggerimenti e Trucchi

LightDM: come abilitare autologin su debian

Il login automatico potrebbe sembrare una follia in termini di sicurezza, ma avendo crittografato l’intero harddisk in fase di installazione della distribuzione (encrypted LVM), ho già una password in fase di boot che serve a decrittografare il tutto (altrimenti non si avvia la distro, e non si può accedere in alcun modo ai propri dati!). Quindi la richiesta di “nome utente e password di login” su lightdm – essendo un pc domestico monoutente – la trovavo davvero inutile e ho pensato di rimuoverla.

 

Molto semplicemente…

Categorie
Hardware e Software Suggerimenti e Trucchi

Tor: come installarlo e usarlo su linux debian e chrome

Tor, lo sapete ormai un po’ tutti cos’è, vero? Per chi non ne avesse mai sentito parlare:

In informatica #Tor (acronimo di #The #Onion #Router) è un sistema di comunicazione anonima per Internet basato sulla seconda generazione del protocollo di rete di onion routing. Tramite l’utilizzo di Tor è molto più difficile tracciare l’attività Internet dell’utente; difatti l’uso di Tor è finalizzato a proteggere la privacy degli utenti, la loro libertà e la possibilità di condurre delle comunicazioni confidenziali senza che vengano monitorate. Tor è disponibile per Windows, OS X e diversi sistemi operativi unix-like (principalmente le distribuzioni Lightweight Portable Security (LPS), una distro leggera che si lancia da chiavetta USB o CD senza installare nulla, e realizzata dal Dipartimento della Difesa US e dalla Software Protection Initiative; oppure Tails, interamente pensata per privacy e riservatezza, in cui è già pre-installato il browser), è software libero e si basa sulla licenza BSD. È anche disponibile un’interfaccia di gestione: Vidalia. […] https://it.wikipedia.org/wiki/Tor_(software)

Per farla molto breve, con tor si può cambiare il proprio ip e quindi navigare in modo “almeno un po’ più sicuro” (almeno quando si ha intenzione di fare i meno bravi, altrimenti sono rari i casi in cui è davvero necessario ricorrere a tor e simili).

 

Detto ciò, come installare e usare tor su linux debian? (e linux, si sa, è “difficile”)  😀

Ve lo spiego io con questa rapidissima video guida in alta risoluzione (fatta da me per l’occasione):

Categorie
Hardware e Software Suggerimenti e Trucchi

Linux: Verificare gli ultimi pacchetti installati e/o aggiornati

Sono su #Linux #Debian, spuntano gli aggiornamenti, li faccio senza badare e poi mi chiedo: “cosa sarà stato aggiornato”? 😀

Oppure installo un pacchetto via synaptic, e questo si tira dietro altri pacchetti, e quindi – per fretta o sbadataggine – vado avanti senza badarci troppo finché non ci ripenso e dico: “cosa diamine avrò installato”? xD

Vi è mai capitato? A me, lo avrete capito, capita molto spesso, purtroppo 😐

 

Grazie al fidato terminale, però, possiamo facilmente cavarcela…

Categorie
Hardware e Software

Linunx: Debian9 “Stretch” è stata rilasciata

Dopo 26 mesi di sviluppo il progetto #Debian è orgoglioso di presentare la sua nuova versione stabile 9 (nome in codice “#Stretch”), che sarà supportata per i prossimi 5 anni grazie al lavoro combinato del Debian Security team e del team Debian Long Term Support.

Debian 9 è dedicato al fondatore del progetto Ian Murdock

Dedicated to Ian Murdock
------------------------

Ian Murdock, the founder of the Debian project, passed away on 28th December
2015 at his home in San Francisco. He was 42.

It is difficult to exaggerate Ian's contribution to Free Software. He led the
Debian Project from its inception in 1993 to 1996, wrote the Debian manifesto
in January 1994 and nurtured the fledgling project throughout his studies at
Purdue University.

Ian went on to be founding director of Linux International, CTO of the Free
Standards Group and later the Linux Foundation, and leader of Project Indiana
at Sun Microsystems, which he described as "taking the lesson that Linux has
brought to the operating system and providing that for Solaris".

Debian's success is testament to Ian's vision. He inspired countless people
around the world to contribute their own free time and skills. More than 350
distributions are known to be derived from Debian.

We therefore dedicate Debian 9 "stretch" to Ian.

-- The Debian Developers


>>> http://ftp.debian.org/debian/doc/dedication/dedication-9.0.txt